News

  • 26-12-2013  IdeArte alla Corte del Granduca - mostra annuale dei soci
    RISULTATO VOTAZIONI MOSTRA SOCI IdeArte alla Corte del Granduca: mostra annuale dei soci. Quest'anno la novità era un piccolo concorso tra i partecipanti. ...   segue »
  • 15-12-2013  Un Rebus allì'interno di un enigma -mostra di pittura
    Dal 13 Dicembre al 2 Gennaio 2014, alla Gelateria Artistica " Cuore di Panna" di Agira, espone Mariella Bellarosa. In mostra le ultime opere di questa ...   segue »
  • 08-12-2013  collettiva alla MAgione - Natale 2013
    per tutto il mese di Dicembre alla "Magione del Tau" di Altopascio Lucca, mostra collettiva degli artisti soci di IdeArte che hanno esposto le loro opere ...   segue »
  • 15-11-2013  IdeArte alla Corte del Granduca - Natale 2013
    IdeaAtecav centro arti visive “IdeArte  alla Corte del Granduca - Natale 2013” Rassegna d’Arte Contemporanea riservata ai ...   segue »
  • 15-03-2013  IdeArte in...vetrina
    IdeArte cav centro arti visive Via E. Fermi, 27 56126 Pisa                           ...   segue »
  • 07-02-2013  ASCANIO "Delirio della materia…..L’impossibile creato"
    Il Presidente della Fondazione Piaggio, Riccardo Costagliola, ha il piacere di invitare la S.V. all’inaugurazione della mostra Delirio della materia…..L’impossibile ...   segue »
  • sfoglia tutte le news »
HOME iscriviti|login

Piscopo Luigi

Via A. Valenti,5 57100 Livorno

0586/424086
347/4204845


"NOTE BIOGRAFICHE
PISCOPO LUIGI

Quando l'Arte diventa ragione di vita.
Si può infatti dire di questo artista, il cui sentimento tormentoso e inquieto è rivolto ad esprimere attraverso la sua pittura un linguaggio fatto di confessione e di delirio, di allusioni e di simboli, di iterazioni e di sogni.
Emotivo e scattante , Piscopo ha raggiunto un tale dominio della sua pittura da sapere imprigionare nell'opera quell'assillo espressivo che più volte lo ha portato a sperimentare colori, impasti, toni, spessori, pur di far prevalere sulla tradizione la ricerca del nuovo ancora imprigionato nel suo Io , senza tuttavia sfociare nell'astrattismo.
Comunque sia , profondamente moderno nel suo modo di interpretare la pittura, Piscopo concepisce lo spazio come la dimensione stessa del suo spirito, oscillante tra lo stato di perplessità emotiva e lo scatto di rivolta che è parte integrante del suo carattere.
Si può quindi affermare che Piscopo, nel percorso della sua ricerca è attualmente pervenuto ad un impianto pittorico costruttivo e formale che può paragonarsi ad un certo periodo neocubista.

F. Corsi"